Sofferta, sporca ma comunque importante: il Bari batte 3-1 il Latina al San Nicola e centra la terza vittoria consecutiva in campionato. Biancorossi avanti nel primo tempo con Antenucci, pareggio ospite a inizio ripresa con Di Livio, prima delle reti di Paponi e Marras per fissare il finale. I galletti di Mignani salgono così al 36 punti, confermandosi in vetta alla classifica; stasera toccherà al Monopoli rispondere, mentre Palermo e Turris scenderanno in campo domani con la pressione di non poter sbagliare sulle spalle.

Mignani conferma in blocco la formazione che la settimana scorsa ha battuto la Fidelis Andria. Frattali in porta, Pucino-Celiento-Terranova-Mazzotta in difesa, Scavone-Maita-D’Errico in mediana, Botta alle spalle della coppia Paponi-Antenucci. Mister Di Donato risponde schierando il suo Latina con il 3-5-2, comandato in avanti da Sane e Carletti.

Fasi di studio in avvio di partita, che si accende al 20′ con il tiro di poco alto di Ercolano. Risposta Bari al 25′: il destro di Maita è respinto in angolo da Cardinali. I biancorossi prendono campo e fiducia, e al 32′ passano: cross basso di Paponi su cui Cardinali interviene male lasciandola lì per Antenucci, che da due passi realizza il più facile dei goal. Al 41′ si rivede il Latina con la bomba di Carissoni da fuori; Frattali respinge. L’ultimo squillo del primo tempo è ancora biancorosso: destro di D’Errico dal limite, palla che lambisce il palo e finisce fuori.

L’inizio di ripresa è shock per il Bari: al 4′ Carletti parte in contropiede e serve a sinistra Di Livio, che con il mancino incrociato non lascia scampo a Frattali. I biancorossi però si ricompattano subito e al 10′ rimettono il naso avanti: sterzata di Botta su Carissoni, cross in mezzo dove Paponi è pronto a convertire in rete con uno spettacolare tuffo di testa. La tegola arriva al 12′ quando Terranova falcia Carletti e si becca l’ammonizione; era diffidato, salterà la sfida di Avellino come Scavone (ammonito al 21′). Al 16′ è Frattali a salire in cattedra, respingendo la conclusione di Carissoni. Mignani si copre: dentro Marras e Mallamo, fuori Paponi e Scavone, poi Ricci e Bianco per Mazzotta e D’Errico. Il Latina crea ma non arriva mai al tiro, e allora il Bari punisce in contropiede: al 44′ Maita recupera palla e apre a destra per Marras, che trova il diagonale mancino e firma il tris biancorosso che chiude la partita. Nel recupero c’è solo il tempo per la standing ovation tributata ad Antenucci al momento del cambio con Belli; al fischio finale è festa Bari, che centra la terza vittoria consecutiva in campionato.

Riccardo Resta