Il primo goal segnato da Folorunsho

Secondo test stagionale per il Bari di Cornacchini che ieri pomeriggio a Bedollo ha giocato e vinto per 11-0 contro l’Ac Pinè davanti a circa 200 tifosi, molti provenienti dal Nord Italia. Il tecnico biancorosso ha mandato in campo un Bari in formazione tipo con con Frattali in porta, Costa a sinistra e Corsinelli a destra, coppia centrale composta da Di Cesare e Sabbione. In mediana, il trio Hamlili, Scavone e Folorunsho. In avanti il trio Terrani, Antenucci, Kupisz.

Le reti sono state realizzate da Folorunsho, Terrani, Di Cesare, Antenucci nel primo tempo, poi Simeri (4 reti) e Neglia (3) hanno chiuso i giochi nella ripresa.

Biancorossi che torneranno in campo mercoledì 24 luglio a Storo, alle ore 18:00, per l’amichevole contro il Pisa. 

Di seguito le dichiarazioni rilasciate ai microfoni della Ssc bari da parte di Simone Simeri, autore di 4 reti:

«La partita non sarà mai un’amichevole, questo vale per gli attaccanti, ma anche per tutti i ragazzi di questo gruppo.Io ricopro un ruolo particolare, vengo giudicato per questo; ovvio che la prova di oggi deve essere preso come un allenamento, che ci permette di migliorare la condizione fisica e di testare qualche giocata provata nei giorni scorsi. Il mister è stato chiaro, che si chiami Pinè o Real, non ci deve essere differenza, dobbiamo sempre dare il massimo». 

«La grinta è una delle mie doti, forse quella più spiccata – continua il bomber napoletano – per noi avere Antenucci è un bene, lui giocava in Serie A fino a poco fa. Credo che anche lui sia stimolato dal fatto di giocare con giocatori affamati, vogliosi, applicati. La competizione fa bene a tutti, sono felice di averlo in squadra; dobbiamo tutti dimostrare qualcosa, io metterei la firma per fare la carriera che ha fatto Mirco, lo scorso anno lo avevo anche al fantcalcio. Nel caso il mister decida di giocare a due, potremo certamente giocare insieme, e per me sarà un onore».

Radio Biancorossa