La prima sconfitta in casa del campionato del Bari arriva alla 25ma giornata. Al San Nicola il Messina fa il colpaccio, rimontando i biancorossi fino al risultato finale di 1-2. I galletti partono bene con la rete al 10′ di Terranova, ma i siciliani rispondono subito con Trasciani (15′). Nel finale la beffa: Goncalves conclude un contropiede perfetto di Fofana e fissa il clamoroso punteggio finale. Il Bari rimane a 51 punti, a +8 dalla Virtus Francavilla (4-1 al Potenza) e a +9 dal terzetto Monopoli (sconfitto 3-0 dal Picerno), Avellino e Catanzaro (vittoria 2-0 nello scontro diretto con gli irpini).

Mignani conferma il suo 4-3-1-2, con due cambi rispetto alla trasferta vittoriosa sul campo del Monterosi. Tornano dalla squalifica Frattali e Ricci, che riprendono i loro posti rispettivamente in porta e sulla fascia sinistra di difesa; tornano in panchina Polverino e Mazzotta. Pacchetto arretrato completato dal confermato Gigliotti, più Terranova e Pucino. Nel mezzo ancora fiducia al terzetto Maiello-Maita-Scavone, con D’Errico sulla trequarti a sostegno della coppia d’attacco Antenucci-Cheddira. Mister Raciti risponde schierando il suo Messina con il 4-4-2, comandato in avanti da Adorante.

Avvio di gara scoppiettante. Il Bari trova subito il vantaggio: al 10′ Maiello batte un angolo perfetto da destra, nel mezzo sbuca la testa di Terranova che con uno stacco imperioso batte Lewandowski. La gioia per i biancorossi, però, dura poco: al 15′, sugli sviluppi di un corner, Goncalves crossa da sinistra e pesca il salissimo Trasciani, che da due passi mette di testa alle spalle di Frattali. Dopo una prima fase a ritmi alti, la tensione scende e domina l’equilibrio, rotto nel finale dal palo colpito di testa da Antenucci, pescato perfettamente dal cross di Pucino da destra.

Nella ripresa è Raciti a fare le prime mosse, gettando nella mischia Statella (ex di turno) e Piovaccari al posto di Russo e Adorante. Mignani risponde inserendo Galano per Scavone e riportando D’Errico sulla linea delle mezze ali. Al 31′ la super occasione per il Bari: angolo di Maiello, palla che arriva a Cheddira lesto a calciare verso la porta di Lewandowski, prodigioso a digli di no con un riflesso felino. Mignani prova il tutto per tutto mandando dentro Simeri per Cheddira, ma la beffa arriva al 42′, quando Fofana parte in contropiede e infila la disattenta difesa del Bari, apertura a sinistra per Goncalves che apre il piattone mancino e spara alle spalle di Frattali. Nel recupero il Bari prova un assalto disordinato, che però non produce effetti. Il fischio finale del signor Ricci sancisce la prima sconfitta interna in campionato per i biancorossi di Mignani.

Riccardo Resta