Dopo tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro, il Bari conosce la prima sconfitta della gestione Carrera. A somministrare l’amara medicina ai biancorossi è il Potenza, che sbanca per 0-2 il San Nicola e manda il Bari a -4 dal secondo posto.

Carrera conferma in blocco il 4-2-3-1 con gli stessi uomini che avevano vinto contro la Juve Stabia in settimana: Frattali dietro alla difesa a quattro composta da Celiento, Minelli, Perrotta e Sarzi Puttini. A centrocampo Lollo e De Risio agiscono alle spalle di Marras-Antenucci-D’Ursi, suggeritori di Cianci. Il Potenza di mister Gallo risponde con un 4-3-1-2 in cui Di Livio agisce da trequartista e la coppia Baclet-Mazzeo da riferimento offensivo.

Si mette subito male per il Bari, che dopo un avvio in sordina all’11’ subisce un calcio di rigore per un tocco di mano in area da parte di Celiento (braccio attaccato al corpo sul tiro di Mazzeo, decisione molto severa). Sul dischetto va Baclet che sceglie la soluzione centrale e spiazza Frattali.

Il Bari reagisce con qualche azione sulla destra concertata dalla catena Marras-Celiento, ma manca sempre l’ultimo passaggio: al 27′ Antenucci riceve da Marras ma spara alto. Il colpo del Ko tecnico arriva al 34′, quando Baclet concretizza un’azione bellissima di Di Livio e Mazzeo, spingendo in rete il pallone da zero metri. Al 44′ il Bari va vicino alla rete con D’Ursi, che per poco non arriva sul tiro-cross al volo di Antenucci.

Nella ripresa lo spartito non cambia: il Potenza contiene e riparte benissimo, il Bari non riesce a trovare il bandolo della matassa. Carrera prova a cambiare il corso delle cose richiamando D’Ursi per Rolando, e l’effetto scossa funziona: il neo entrato al 14′ va via sulla destra e mette in mezzo un pallone perfetto per Antenucci, che da due passi calcia addosso a Marcone. Di fatto, la partita del Bari finisce qui: l’ingresso di Bianco per Lollo non vivacizza la lenta manovra del Bari, che al 22′ ha un’altra occasione ma Cianci spara addosso a Marcone col destro dal cuore dell’area di rigore.

Nel finale piove sul bagnato: Marras interviene in ritardo sul neo entrato Volpe e si becca il secondo giallo. Il Bari gioca il recupero in 10, giusto il tempo di certificare il meritato successo dei Lucani.

Biancorossi che scivolano a -4 dal secondo posto dell’Avellino, vittorioso 2-0 nel derby con la Paganese.

Riccardo Resta