Finisce ai sedicesimi di finale l’avventura del Bari nella coppa Italia 2022/2023: i biancorossi vengono sconfitti 1-0 sul terreno del Parma, che la spunta con il goal di Benedyczak nel primo tempo e si regala il viaggio a San Siro, dove incontrerà l’Inter per gli ottavi di finale il prossimo gennaio. Tornano a casa con la bocca asciutta i 910 tifosi biancorossi che hanno viaggiato fino al Tardini, in mezzo alla settimana lavorativa, per seguire la squadra di Mignani, che comunque ha lottato fino all’ultimo minuto e ha messo in mostra diverse seconde linee, che si sono ben comportate. Ora, però, in casa Bari è già testa al campionato: sabato si va a Frosinone per sfidare i ciociari, secondi nella classifica della serie B a pari merito proprio con il Bari.
Le scelte

Mignani conferma il suo 4-3-1-2 classico, ma fa ampie concessioni al turn over. In porta c’è capitan Frattali, in difesa spazio a Dorval e Zuzek insieme ai due “titolari” Vicari e Ricci. A centrocampo è Maita ad agire in cabina di regia, con Mallamo e D’Errico in posizione di mezze ali; sulla trequarti c’è Botta, in attacco si vede dal 1′ la coppia Salcedo-Scheidler. Mister Pecchia risponde con il 4-2-3-1: Corvi in porta, difesa composta da Del Prato (c)-Circati-Balogh-Ansaldi, a centrocampo Juric e Sohm, sulla trequarti Coulibaly-Bonny-Benedyczak alle spalle di Charpentier.
Ducali avanti

L’avvio di gara è di marca gialloblù, con la conclusione sul fondo di Bonny; il Bari fa buona guardia con le chiusure di Zuzek e Mallamo su Charpentier e lo stesso Bonny. Il Bari si vede per la prima volta al 10′ con un cross di Botta sugli sviluppi di corner, ma la palla muore sul fondo dopo un bacio alla faccia superiore della traversa. La partita si fa più equilibrata, soprattutto grazie al Bari che si difende con maggiore compattezza, chiudendo gli spazi ai ducali per provare a ripartire. Al 21′ Ansaldi prova lo sfondamento a sinistra, dove Dorval e Mallamo sono più fin difficoltà nelle chiusure, ma è di nuovo bravo Zuzek a chiudere su Bonny; al 23′ Sohm ci prova da lontano col mancino, palla alta. Il Bari, nelle fasi centrali della prima frazione, torna ad abbassarsi molto a ridosso della propria metà campo, lasciando ampio margine d’iniziativa al Parma: al 24′ ancora Ansaldi va via a Mallamo, cross mancino forte per Benedyczak che, disturbato da Zuzek, spara alle stelle. Al 26′ è Del Prato ad andare sul fondo da destra, palla in mezzo per Bonny che calcia di prima ma non centra i pali. Al 29′, però, il Parma passa in vantaggio: cross perfetto di Sohm da destra, palla sul secondo palo dove Benedyczak la intercetta di testa e la piazza sul palo lungo alle spalle dell’impotente Frattali. Gioco facile per l’attaccante polacco, libero dalla marcatura di Dorval che era rimasto giù dopo un duro scontro con Bonny non sanzionato dal signor Serra. Il Bari reagisce quasi subito con Botta, che conduce il contropiede e apre a sinistra per Salcedo, bravissimo a pescare in area Scheidler che però di testa non riesce a dare angolo e facilita la parata di Corvi. I galletti, nel finale di tempo, provano a d alzare il baricentro e a farsi vedere in avanti, ma i gialloblù si chiudono bene al limite dell’area e lasciano pochi spazi alla squadra di Mignani.
Girandola di cambi

A inizio ripresa Pecchia opera subito tre cambi, mandando dentro Vazquez, Sits e Osterwolde al posto di Bonny, Charpentier e Ansaldi. A uscire meglio dai blocchi è, però, il Bari che al 49′ ci prova da fuori con Mallamo; tiro insidioso, ma Corvi fa buona guardia. Al 58′ risponde il Parma con l’iniziativa a destra di Coulibaly, trattenuto in area da D’Errico; il signor Serra fa segno di proseguire. Al 61′ Mignani gioca le prime carte dalla panchina: entrano Cheddira e Benedetti, fuori Scheidler e Maita. Nel Parma entra Hainaut al posto di Coulibaly. Al 62′ è di nuovo il Parma a spingere, con il neo entrato Hainaut che va via a destra e crossa in mezzo per Sits, il quale prova un bel colpo di tacco ma Frattali fa buona guardia. Il Bari contrattacca, e al 63′ costruisce la più ghiotta occasione della partita: palla profonda di Benedetti per Salcedo, che s’invola verso la porta ma viene murato da Corvi in uscita bassa.
Nuovo modulo

Con i nuovi ingressi, Mignani ridisegna il suo modulo con un 4-2-4: Mallamo e Benedetti scalano davanti alla difesa, Ceter (al posto di Salcedo) e Cangiano (al posto di D’Errico) vanno a completare l’attacco con Cheddira e Botta. Al 70′ Ceter si presenta: Dorval la scambia nello stretto con Cheddira che va profondo dal colombiano, il cui destro violentissimo viene fermato solo da un super riflesso di Corvi, coadiuvato dalla traversa. Il portiere parmense si ripete un minuto dopo mandando in angolo il mancino velenoso di Vicari da fuori. Il Bari, con le spalle al muro, si sbilancia per mettere pressione alla squadra di Pecchia, che prova a proteggersi tirando fuori Benedyczak per Estevez. Mignani, dalla sua, completa il passaggio al 4-2-4 inserendo Galano al posto di Botta.
Forcing finale

Al 77′ Ricci va al cross mancino, Balogh la allunga in direzione proprio di Galano, che ha sul mancino la boccia del pareggio, ma sul suo tiro fa schermo Osterwolde con il corpo, salvando la porta di Corvi. Il Bari si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, e al minuto 84′ crea una buona occasione: cross basso di Dorval da destra, Cheddira la addomestica bene e prova a girarsi sul mancino ma viene incredibilmente ostacolato da Cangiano al momento del tiro. Al 90′ è ancora Dorval ad andare al cross da destra, ma trova solo la testa di Balogh a toglierla dalla disponibilità di Cheddira. Al 92′ ci prova di nuovo Galano, che però con il suo tiro da fuori non centra la porta. così, dopo 4′ di recupero, al fischio finale del signor Serra è il Parma a fare festa; per il Bari di Mignani, rimangono delle buone indicazioni da chi ha giocato meno in avvio di stagione.
Parma-Bari 1-0, il tabellino

16esimi di Finale Coppa Italia Frecciarossa: Parma-Bari 1-0
Marcatori: 29’pt Benedyczak (P)

Parma: Corvi, Balogh, Benedyczak (30’st Estevez), Charpentier (1’st Sits), Bonny (1’st Oosterwolde), Ansaldi (1’st Vazquez), Del Prato (c), Sohn, Juric, Coulibaly (16’st Hainaut), Circati
A disp. : Maliszewski, Borriello, Osorio, Tutino, Valenti, Inglese, Zagaritis, Buayi
All. F. Pecchia

Bari (4-3-1-2): Frattali (c), Dorval, Zuzek, Vicari, Ricci, Mallamo, Maita (16’st Benedetti), D’Errico (21’st Cangiano), Botta (30’st Galano), Salcedo (21’st Ceter), Scheidler (16’st Cheddira)
A disp.: Caprile, Polverino, Gigliotti, Terranova, Mazzotta, Bosisio, Bellomo
All. M. Mignani

Arbitro: Sig. Marco Serra (Torino); assistenti: Sig. Liberti Stefano (Pisa) e Sig. Yoshikawa Daisuke (Roma 1). Quarto Ufficiale: Sig. Meraviglia Francesco (Pistoia). VAR: Fourneau Francesco (Roma 1), AVAR: Longo Salvatore (Paola)
Ammoniti: Botta (B)
Angoli: 1-5
Rec.: 0 pt; 4’st
Note: stadio ‘Ennio Tardini’ – Parma; cielo sereno, 27°C circa, terreno in ottime condizioni; spettatori: 4.690 (910 tifosi ospiti)

Riccardo Resta