Il Bari torna dopo un mese e mezzo alla vittoria esterna, la prima della gestione Carrera, con una prestazione concreta sul campo del Romeo Menti di Castellammare. I biancorossi battono 0-2 la Juve Stabia grazie alla doppietta di Manuel Marras a cavallo fra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa.

Carrera schiera il 4-2-3-1 rispolverando Celiento come terzino destro, con Sarzi Puttini dall’altra parte. In mezzo Sabbione dà forfait per un piccolo problema alla caviglia, quindi al centro della difesa c’è Perrotta al fianco di Minelli. In mezzo tocca a De Risio e Lollo, con Antenucci, D’Ursi e Marras alle spalle di Cianci. La Juve Stabia di Padalino risponde con un 3-4-3 in cui l’ex Marotta agisce da riferimento offensivo.

Prime battute di gioco caratterizzate da un sostanziale equilibrio, con le due squadre che si annullano a centrocampo. Per il Bari si vede Antenucci all’11’ con un mancino dal limite che finisce di poco alto. La risposta delle “vespe” arriva al 31′ con un palo clamoroso di Vallocchia, che sfrutta l’errore in uscita di De Risio e calcia da fuori centrando il montante alla destra di Frattali. Bari che accusa il colpo, prima di accendersi nel finale: al 41′ D’Ursi si divora un ghiotto contropiede scegliendo la soluzione personale invece di servire Marras liberissimo al centro. Lo stesso D’Ursi si fa perdonare al 44′ servendo un illuminante assist a Marras, che in area si libera di Elizalde e batte Russo con un diagonale mancino.

Nelle prima battute della ripresa il Bari trova il raddoppio ancora con Marras, che sul centrodestra chiude il triangolo con Antenucci e piazza ancora il suo mancino alle spalle di Russo. Di fatto la partita finisce qui: la Juve Stabia al 49′ prova un colpo di testa con Borrelli, ben respinto da Frattali. C’è spazio per rivedere Rolando e Candellone nel finale, prima del triplice fischio del signor Perenzoni che decreta la vittoria dei biancorossi.

Con questo successo, il primo in casa della Juve Stabia nella storia biancorossa, i galletti salgono a 52 punti, sempre a -1 dall’Avellino che nel frattempo batte 0-1 il Catanzaro

Riccardo Resta