Esordio della serie B 2022/2023 all’insegna dello spettacolo: al Tardini finisce 2-2 tra Parma e Bari, in una gara inaugurale del campionato che riserva grandi emozioni e parecchi ribaltamenti di fronte. Succede tutto nel primo tempo: vantaggio dei ducali con Man già al 3′, poi Antenucci su rigore (8′) e Folorunsho (35′) la ribaltano in favore dei galletti. La rete che fissa il risultato finale è di Mihaila su punizione nel recupero del primo tempo. può essere soddisfatto mister Mignani, che alla vigilia aveva chiesto una prestazione di livello e l’ha avuta dai suoi. Nella ripresa, invece, la stanchezza e le gambe pesanti hanno fatto sì che i ritmi si abbassassero, ma comunque la difesa biancorossa è riuscita a contenere i pericoli creati dal Parma, più fresco dei galletti grazie ai cambi offensivi. Il Bari tornerà in campo esattamente tra una settimana: il 19 agosto i biancorossi ospiteranno il Palermo al San Nicola.

Per questo primo Bari del campionato di ritorno in serie B, mister Mignani sceglie il suo collaudato 4-3-1-2. In porta c’è Caprile e non Frattali, difesa a quattro con Pucino-Terranova-Di Cesare-Ricci. A centrocampo si rivede in cabina di regia Maiello dopo la panchina in coppa Italia, con Maita mezzala destra e Folorunsho mezzala sinistra; panchina per D’Errico. Sulla trequarti agisce Botta, alle spalle della coppia d’attacco Antenucci-Cheddira. Pecchia risponde con il 4-2-3-1: Man-Vazquez-Mihaila alle spalle di Inglese.

L’avvio di gara è tutto di marca ducale: il Parma al 3′ è già avanti con la giocata individuale di Man, che fa fuori Ricci, Maiello e Di Cesare e con il mancino a giro batte l’incolpevole Caprile. Ma, come già accaduto a Verona, reagisce immediatamente e trova il pareggio. All’8′ Cheddira va via di forza a Estevez, che lo abbatte in area: Antenucci va sul dischetto e tira un destro debole e centrale che Chicizola para facilmente, ma il Var fa ripetere e stavolta Antenucci tira un destro secco sotto la traversa dove Chichizola non può arrivare. La partita si fa scoppiettante verso la metà del primo tempo: prima ci prova Folorunsho (20′) che però non trova la deviazione vincente, poi un minuto dopo Caprile è super con i piedi per dire no a Vazquez. Al 31′ è ancora Caprile a volare per dire no al destro di Bernabè dal limite. Al 35′, però, è il Bari a passare in vantaggio: discesa di Cheddira a sinistra, palla arretrata per Folorunsho che dai 25 metri scaglia un violentissimo destro di prima che si infila sotto la traversa. Il Parma reagisce e al 44′ va vicino al pareggio con Vazquez, che servito da Bernabè trova la deviazione infida di Valerio Di Cesare su cui Caprile è ancora una volta eccellente nel colpo di reni. Nulla può, però, al 47 il portiere biancorosso sulla punizione di Mihaila, che trova un buco in barriera e mette a segno il pareggio con cui si chiude il primo tempo.

Nella ripresa Pecchia prova due cambi: fuori Estevez e Inglese, dentro Juric e Sohm. Il Parma si schiera con un attacco leggero, in cui Bernabè passa sulla trequarti e Vazquez al centro della prima linea. Al 61′ arriva la prima occasione della ripresa per i ducali: cross di Oosterwald da sinistra, Man fa la sponda per Juric che prova una mezza rovesciata troppo debole per impensierire Caprile. Al 70′ Mignani opera il primo cambio richiamando Botta per mandare in campo Mallamo, mentre Pecchia torna al centravanti di ruolo inserendo Benedyczak (fuori Bernabè). Nei ducali dentro anche Camara per Man e Tutino per Vazquez. Il Parma, però, si rende pericoloso con Mihaila, che va in tunnel su Maiello ma con il destro dal limite spara alto. Mignani, dalla sua, richiama gli stremati Folorunsho e Cheddira per mandare dentro Cangiano e Galano. Nel finale il Bari sembra pagare un po’ di stanchezza, mentre il Parma trova nella velocità di Camara a destra un’arma interessante: l’esterno prova a creare dei pericoli alla porta di Caprile, ma Ricci (pur con qualche apprensione) riesce a contenerne l’esuberanza. Mignani corre ai ripari passando al 5-3-2 grazie all’inserimento di Bosisio per Antenucci, lasciando i soli Galano e Cangiano in avanti. Di fatto, però, non succede più nulla: al 96′ il signor Massa fischia tre volte e sancisce il 2-2 tra Parma e Bari. Un buon punto per i galletti, che al termine della gara vanno a ringraziare i 1128 tifosi biancorossi arrivati in Emilia.

Riccardo Resta