Il Bari di Mister Michele Mignani centra la sua prima vittoria, e lo fa con un convincente 4-0 al Monterosi Tuscia, matricola in Lega pro. Nel match valido per il secondo turno della serie C girone C, i biancorossi regolano la formazione laziale di mister D’Antoni con una prestazione che lascia intravedere l’ampio potenziale di questa squadra. A decidere la contesa sono le reti di capitan Di Cesare a fine primo tempo e di Cheddira a inizio ripresa, prima dei due rigori trasformati da Antenucci e Simeri. Un poker con cui il Bari sale a 4 punti, nel lotto delle squadre alle spalle del Monopoli, primo a punteggio pieno dopo due partite.

Mignani sceglie il suo 4-3-1-2, ma con diverse novità rispetto alla formazione che lunedì scorso aveva pareggiato 1-1 sul campo del Potenza. In difesa fa il suo esordio Terranova (che rileva Sabbione, andato al Pordenone) al fianco di capitan Di Cesare, con Belli e Mazzotta larghi sulle corsie laterali. A centrocampo c’è Bianco in posizione di playmaker, assistito da Maita e D’Errico ai suoi lati. Sulla trequarti debutta da titolare l’argentino Botta (che rileva Scavone), alle spalle della coppia d’attacco composta da Antenucci e Cheddira, preferito a Simeri. Vanno in panchina gli ultimi arrivi Di Gennaro, Gigliotti, Pucino, Mallamo, Ricci e Paponi. Mister D’Antoni risponde schierando il suo Monterosi con il 3-5-2, comandato in avanti da Caon e Costantino, vecchia conoscenza dei biancorossi.

L’avvio è di marca biancorossa: il Bari prova a far gioco ma non trova la chiave per scardinare l’attenta difesa ospite. Al 10′ Belli mette in mezzo un buon cross per D’Errico, il cui colpo di testa è addomesticato in due tempi dal portiere Marcianò. Al 14′ l’occasione migliore con Antenucci che lavora un buon pallone sulla trequarti e serve Cheddira sulla destra, ma il cross dell’attaccante barese è di poco fuori misura per D’Errico, appostato sul secondo palo. Il Bari si affida all’inventiva di Botta, che cerca la giocata sulla trequarti ma trova poca assistenza dai suoi compagni di reparto. Il Monterosi, dalla sua, si fa vedere con delle ripartenze veloci: al 21′ Parlati spedisce di poco alto un destro su punizione, mentre al 27′ Costantino sfugge alla marcatura dei difensori biancorossi e prova un pallonetto che si perde sul fondo. Al 35′ è ancora Costantino a rendersi pericoloso, ma i suoi tiri in area vengono murati da Terranova prima e Di Cesare poi. A decidere il primo tempo è, però, un calcio piazzato: al 42′ Maita batte un angolo al centro dove sbuca il piattone destro di capitan Di Cesare che batte Marcianò.

Sbloccato il risultato, nella ripresa per il Bari è tutto più semplice. Al 12′, sugli sviluppi di un corner, D’Errico con il mancino pesca in posizione regolare Cheddira, che stoppa col destro e di sinistro spara sotto l’incrocio. D’Antoni prova a correre ai ripari togliendo Parlati per Buglio, ma è proprio il nuovo entrato all’11’ a stendere D’Errico in area dopo un contropiede condotto da Botta. L’arbitro Galipò assegna il rigore, che al 12′ Antenucci trasforma con freddezza. Acquisito il risultato, Mignani ne approfitta per mandare in campo anche Celiento, Scavone, Marras, Simeri e Di Gennaro. E al 37′ è proprio Scavone a guadagnare un altro rigore, dopo l’intervento in ritardo di Mbende. Dal dischetto si presenta Simeri che trasforma senza problemi. Il finale è buono per qualche coro dei 3.878 presenti al San Nicola; al fischio finale è festa per i biancorossi, che fra sette giorni saranno di scena a Picerno.

Riccardo Resta