Il Bari ci prova e ci riprova, ma alla fine non sfonda. I biancorossi non vanno oltre lo 0-0 contro la Ternana, davanti ai 38.800 spettatori (31.149 paganti, 7.651 abbonati, 12 ospiti) del San Nicola, per un posticipo che ha frantumato ogni record finora registrato in termini di presenze per la serie B. I galletti di Mignani dominano il confronto con le fere di Lucarelli, ma senza riuscire a trovare il bandolo della matassa: nel primo tempo Scheidler va in goal ma il Var annulla, Cheddira non trova la porta da posizione favorevole, mentre la ripresa la traversa nega la gioia del goal a Botta, poi ancora Cheddira si divora il pallone del successo. Il Bari, comunque, esce tra gli applausi del San Nicola: prestazione ottima, dopo tre sconfitte consecutive. Il punto di stasera fa salire i galletti al 19 punti, a -1 proprio dagli umbri.
Le scelte

Mignani conferma il suo 4-3-1-2, ma con qualche novità di formazione. Il tecnico biancorosso ritrovo la difesa e il centrocampo titolari: capitan Di Cesare torna dalla squalifica e si riprende il suo posto accanto a Vicari al centro della retroguardia, con Pucino e Ricci sulle fasce, mentre in mediana il recuperato Maiello si riprende la cabina di regia con Maita e Folorunsho mezze ali. In attacco, vista la squalifica di Bellomo, tocca a Botta agire alle spalle di Cheddira e Scheidler, che rileva l’acciaccato Antenucci. Tutti davanti a Caprile. Mister Lucarelli (squalificato, sostituito in panchina dal suo vice Vanigli) si affida al 4-3-3 per la Ternana: Iannarilli in porta, Diakite-Mantovani-Sorensen-Corrado nella difesa a quattro, Di Tacchio in regia con capitan Palumbo e l’ex Partipilo ai suoi lati, Moro-Favilli-Cassata in attacco.
Gioia strozzata in gola

A partire meglio è il Bari, che al 2′ va al tiro con Scheidler, ma il suo destro a giro dal limite è neutralizzato in due tempi sa Iannarilli. I galletti replicano al 4′ con l’iniziativa di Botta, che sfonda centralmente e scarica un mancino potente a cui Iannarilli si oppone di piede, palla schizza sul destro di Cheddira che a porta spalancata spara alto con il collo. Al 6′ è ancora Bari in forcing: bello scambio nello stretto tra Ricci, Folorunsho e Botta, l’argentino prova il mancino dal limite ma manda fuori. Solo all’11’ si vedono timidamente le fere, con un mancino velleitario di Palumbo da fuori; palla in corner. Il Bari torna a farsi vedere al 17′ con Folorunsho, che calcia di destro e trova una deviazione che per poco non inganna Iannarilli. Al 20′ il Bari concretizza la sua superiorità trovando il vantaggio: giocata di Botta, che va in tunnel su Partipilo e mette in mezzo, sponda di Cheddira per Scheidler che con il destro da posizione ravvicinata trafigge Iannarilli. La gioia, però, rimane strozzata in gola ai tifosi del Bari: il Var ravvisa la posizione irregolare di Scheidler, l’arbitro Marcenaro annulla. Al 26′ il Bari ci riprova: dialogo stretto tra Botta e Ricci, il terzino va al cross basso per Scheidler che però non arriva in tempo, disturbato da Corrado sul più bello. Al 29′ è ancora il francese a rendersi pericoloso: dribbling su Mantovani, che però recupera e gli stoppa il destro in scivolata. Al 42′ è ancora Bari, ma il mancino di Pucino da fuori viene deviato in corner. I biancorossi spingono e si fanno rivedere al 45′: cross di Botta da destra, palla sul secondo palo per Folorunsho che però colpisce debolmente di testa. Al 47′ ci prova ancora Folorunsho, ma il suo destro da fuori è smorzato in corner da Sorensen. È l’ultimo squillo della prima frazione, che si chiude dopo 3′ di recupero; per il tabellino, ammoniti Maiello (Bari) e Di Tacchio (Ternana).
Pioggia di occasioni

A inizio ripresa la Ternana manda in campo Martella al posto di Corrado. Le fere si fanno vedere per prime, al 9′, con la percussione di Diakite che serve Partipilo, il cui mancino da fuori si perde largo. Al 15′, però, è il Bari a costruire una palla goal colossale: contropiede condotto da Botta che apre a sinistra per Cheddira, da questi di nuovo al centro per l’argentino che scarica un mancino che timbra la traversa. La coppia Lucarelli-Vanigli corre ai ripari: dentro Pettinari e Falletti, fuori Moro e Partipilo. Al 17′ è ancora Bari a creare: palla profonda per Cheddira, che va via di prepotenza a Sorensen e ma si divora il goal sparando il suo destro a giro sulle mani di Iannarilli, proteso in tuffo. Il Bari domina a centrocampo e colleziona palle goal: al 18′ è Scheidler a provare il destro da fuori, ma la boccia finisce alta.
Mosse e Contromosse

Mignani prova a cambiare qualcosa, operando le contromosse: fuori Scheidler (stremato e coi crampi) e Folorunsho, dentro Salcedo e D’Errico. Nella Ternana esce Cassata ed entra Agazzi. Il Bari continua a farsi preferire nel confronto in mezzo al campo, anche con le brutte (ammonito Maita), ma la difesa degli umbri è ben chiusa. Al 28′ dopo un mischione in area su azione di corner, Botta ci prova con il tacco da distanza breve, ma Iannarilli è un gatto e con il riflesso salva la sua porta; sugli sviluppi dell’azione D’Errico crossa in mezzo per Di Cesare, che di testa spedisce sopra la traversa. Al 31′ ci prova anche D’Errico, che fa fuori un paio di avversari in dribbling ma scarica un destro telefonato per Iannarilli. Gli animi si surriscaldano, e il signor Marcenaro estrae il giallo a Favilli dopo un battibecco in area del Bari con i biancorossi. Mignani capisce che il momento può essere decisivo per il suo Bari e gioca le ultime carte: dentro Galano e Mallamo, fuori Botta e Maita, arrivati con la spia della riserva accesa dopo una grande prova.
Forcing

Al 35′ il Bari aggiunge un’altra occasione alla sua collezione, ma stavolta il destro da dentro l’area di D’Errico è neutralizzato da Iannarilli, non perfetto ma efficace. Anche la Ternana prova a vincerla, inserendo un attaccante di peso come Donnarumma al posto di Favilli. Al 43′ la Ternana colleziona la prima palla goal della sua partita, approfittando di un Bari ultra sbilanciato ma la coppia Di Cesare-Vicari chiude su Falletti. Al 1′ dei 3′ di recupero è Agazzi a provarci col mancino, ma Caprile si distende e blocca sicuro. Il Bari ci prova fino all’ultimo tuffo, ma su azione d’angolo la difesa umbra è pronta a respingere il destro di Galano. Qui si infrangono le speranze dei galletti, che chiudono con un punto una partita che avrebbero strameritato di vincere. Sabato prossimo ci si riproverà, in casa del Benevento di Cannavaro.
11a g. Serie BKT: Bari-Ternana 0-0
Marcatori:

Bari (4-3-1-2): Caprile, Pucino, Di Cesare (c), Vicari, Ricci, Maita (33’st Mallamo), Maiello, Folorunsho (20’st D’Errico), Botta (33’st Galano), Cheddira, Scheidler (20’st Salcedo)
A disp.: Frattali, D’Errico, Gigliotti, Galano, Terranova, Zuzek, Mazzotta, Cangiano, Benedetti, Dorval, Mallamo
All. M. Mignani

Ternana (4-3-3): Innarilli, Sorensen, Palumbo (c), Mantovani, Di Tacchio, Favilli (38’st Donnarumma), Moro (16’st Falletti), Partipilo (16’st Pettinari), Diakite, Cassata (25’st Agazzi), Corrado (1’st Martella)
A disp.: Krapikas, Proietti, Paghera, Ghiringhelli, Defendi, Bogdan, Celli
All. C. Lucarelli (squalificato; in panchina Richiard Vanigli)

Arbitro: Sig. Matteo Marcanaro (Genova); assistenti: Sig. Luigi Rossi (Rovigo) e Sig. Gianluca Sechi (Sassari). Quarto Ufficiale: Sig. Sajmir Kumara (Verona). VAR: Livio Marinelli (Tivoli); AVAR: Ermanno Feliciani (Teramo)
Ammoniti: Maiello (B), Di Tacchio (B), Maita (B)
Angoli: 8-3
Rec.: 3’pt; 3’st
Note: 20’pt annullato per fuorigioco gol a Scheidler
Stadio San Nicola, Bari; sereno, 22°C circa, terreno in buone condizioni; 38.800 spettatori (31.149 paganti; 7.651 abbonati; 12 ospiti)

Riccardo Resta