Denti stretti e nervi saldi su un campo ai limiti della praticabilità. Il Bari vince la lotta nel fango espugnando 0-1 il Marcello Torre, casa di una Paganese fin qui imbattuta in gare interne. Decide sempre lui, Mirco Antenucci, che con una mezza rovesciata a un quarto d’ora dalla fine dà tre punti fondamentali ai biancorossi per reggere il passo del Monopoli (2-1 al Bisceglie nel derby) e della Reggina, cui va lo 0-3 a tavolino per la mancata disputa della partita di Rieti a causa dello sciopero dei calciatori lombardi. Bari che sale a 29 punti, con il decimo risultato consecutivo da quando è arrivato Vivarini: sei successi e quattro pareggi.

Riccardo Resta