L’amministratore unico Luigi De Laurentiis con Mirco Antenucci

Siamo a fine luglio, il calciomercato biancorosso è in pieno fermento e il Super Bari dei De Laurentiis ha già preso il volo nella nuova serie c targata 2019/20.

Sogni di una notte di mezza estate? Volendo parafrasare la celebre commedia William Shakespeare, direi proprio di….No! I De Laurentiis stanno allestendo una squadra ammazza-campionato e, la sensazione, è che i veri ‘botti’ debbano ancora arrivare. Tutto questo non può che destabilizzare e intimorire le altre 18 contendenti del Girone C di terza divisione. Con quale spirito una squadra o un presidente si dovranno approcciare al nuovo campionato annichilendo davanti ad un Bari che in attacco schiera un certo Antenucci? D’altronde questo sarebbe un cliché già noto ai tifosi del Bari e che abbiamo “ammirato” anche lo scorso anno in serie D con diversi tecnici o presidenti già sconfitti in partenza e con poca voglia d’investire. Certo, va considerata anche una buona dose di scaramanzia, ma questo super-calciomercato dei De Laurentiis sta già ‘spezzando le gambe’ ai nostri avversari.

Ovviamente i campionati non si vincono con i nomi ma vanno giocati: “vincere non è mai semplice” continua a ripetere Giovanni Cornacchini da Fano, tecnico 53 enne dei biancorossi. Già, Cornacchini! Forse è lui una delle poche incognite del Bari che dovrà dominare la prossima serie C. L’allenatore non ha convinto ma si è meritato la conferma. Basterà? I tifosi del Bari si augurano di vedere un Bari vincente e magari meno noioso.

“Per vincere in serie B, il Bari dovrà operare in maniera ottimale in questo calciomercato”. Furono queste le parole rilasciate ai microfoni di Radio Biancorossa dall’ex Ds dei galletti Carlo Regalia. Parole lungimiranti di chi ne ha viste tante. Parole che non possiamo che sposare e che gli uomini mercato del Bari conoscono a menadito: costruire un Bari vincente in serie C vuol dire porre le basi per un Bari competitivo anche in serie B. Ma prima pensiamo a vincere quello di C: non sarà una passeggiata, ma questo calciomercato faraonico fa ben sperare…incognite a parte.

Nicola Lucarelli

Radio Biancorossa