Il primo round va alla FeralpiSalò. La squadra gardesana si impone per 1-0 sul Bari nell’andata della sfida valida per il primo turno nazionale dei playoff di serie C. A decidere la sfida è la rete a inizio ripresa di Tulli, che manda al tappeto un Bari troppo timido, lontano parente della squadra spavalda e – a tratti – divertente che quattro giorni fa aveva battuto il Foggia al San Nicola. Secondo round in programma mercoledì 26 maggio al San Nicola, quando i biancorossi saranno chiamati a vincere (con qualsiasi risultato) per passare il turno.

Auteri conferma lo stesso undici di mercoledì scorso contro il Foggia. A guidare in avanti il 3-4-3 biancorosso ci sono Marras-Antenucci-D’Ursi, con Maita e De Risio a centrocampo, Semenzato a destra e Rolando a sinistra. In difesa, davanti a Frattali, tocca ancora a Ciofani-Sabbione-Di Cesare. FeralpiSalò che risponde con il 4-3-3 di Pavanel, guidato in avanti da Tulli-Guerra-D’Orazio.

La prima occasione è del Bari, che da angolo va al tiro con Sabbione, la cui conclusione al volo è ribattuta da Scarsella. Dopo questo iniziale sussulto, però, il Bari sparisce pian piano dalla partita, incartandosi in fase di impostazione e di costruzione dal basso. La FeralpiSalò pressa e lascia poco margine di ragionamento ai biancorossi: al 12′ D’Orazio va via sulla destra e mette in mezzo un bel pallone arretrato per Scarsella, che calcia di destro ma trova un super riflesso di Frattali a dirgli di no. Portiere biancorosso ancora protagonista al 16′, quando toglie dall’incrocio la staffilata di Carraro dalla distanza. La risposta del Bari è tutta in un colpo di testa (37′) scentrato di D’Ursi su cross di Antenucci dalla destra. L’ultimo brivido della prima frazione scorre ancora sulla schiena del Bari, al 42′: stop di petto sbagliato da Sabbione, ne approfitta Guidetti che si invola verso l’area ma viene chiuso dall’intervento provvidenziale di capitan Di Cesare.

Nella ripresa non ci sono cambi nei 22 in campo, e soprattutto non ci sono cambi nello spartito della gara: FeralpiSalò in pressione, Bari in bambola. Al 56′ lombardi in vantaggio con Tulli, che controlla sull’out di sinistra e si accentra sul destro, salta Ciofani e lascia partire un tiro a giro irraggiungibile per Frattali. Passano 3′ e i “leoni del Garda” vanno vicini al raddoppio con Scarsella, che servito da destra dal cross basso di D’Orazio centra la traversa con un destro di prima. Al 63′ la prima vera azione del Bari: contropiede di D’Ursi che si accentra sul destro ma trova l’opposizione di De Lucia, palla che arriva a Marras, il cui destro viene ribattuto da Carraro. Di qui la sfida si infiamma: passano pochi secondi e la FeralpiSalò chiede un rigore per un leggero intervento in area di Rolando e Di Cesare su D’Orazio. Il Bari non ci sta e al 66′ pareggia almeno il conto dei legni: assist di Antenucci, palla al centro per D’Ursi che con l’esterno centra il palo.

Auteri prova a dare la scossa rivoluzionando lo schieramento del suo Bari: fuori D’Ursi, De Risio e gli evanescenti Rolando e Semenzato, dentro Cianci, De Risio, Sarzi e Andreoni. Nella FeralpiSalò esce Tulli ed entra Ceccarelli, che al suo primo pallone (73′) chiama Frattali a una parata per rimediare a un suo precedente errore di piedi. Nel finale la partita si fa tambureggiante: Bianco chiude su Miracoli (entrato per D’Orazio) e rilancia l’azione, Maita apre per Sarzi che da buona posizione spara fuori col mancino.

Di fatto è l’ultimo sussulto della partita; nel finale c’è tempo solo per le ammonizioni a Marras e Cianci. Fra tre giorni sarà la sfida della verità: per passare il turno ci sarà bisogno di un Bari completamente diverso da quello visto sulle sponde del Garda.

Riccardo Resta