Il Bari mette la quarta: a Campobasso i biancorossi centrano il quarto successo consecutivo, battendo 1-3 i padroni di casa. Decidono le reti di Terranova (4′), Rossetti (rigore 42′), Antenucci (55′) e Cheddira (77′) per un successo che conferma i biancorossi in vetta alla graduatoria del girone C di serie C, a 23 punti, +6 sul Catanzaro (3-0 in casa al Taranto). E mercoledì c’è il derby con il Foggia al San Nicola.

Mignani conferma il 4-3-1-2 di base per il suo Bari, ma sorprende in alcune scelte. Torna Mirco Antenucci dal 1′ in attacco, affiancato da Cheddira nel ruolo di prima punta con Botta alle spalle. Centrocampo di costruzione con Maita play e Mallamo-D’Errico mezze ali; Bianco si accomoda in panchina. Novità anche in difesa, dove si profila l’esordio da titolare per Gigliotti al fianco di Terranova (panchina per capitan Di Cesare, con Belli e Mazzotta a coprire le fasce. Mister Cudini risponde schierando il suo Campobasso con il 4-3-3, comandato in attacco dall’estro di Vitali, Rossetti e Di Francesco.

Biancorossi subito avanti al 4′ con Terranova, che in tuffo di testa converte l’ottimo cross di Botta da fermo. Il Campobasso pareggia 1′ dopo con Di Francesco, ma il goal viene annullato dal signor Feliciani per fuorigioco. I galletti fanno la partita, ma manca il colpo del ko: al 38′ Cheddira tutto solo spara alto da posizione favorevole. Passano 2′ e l’imprecisione degli uomini di Mignani viene punita: sponda di Vitali per Tankorang, atterrato da Frattali in uscita. Rigore per il Campobasso che Rossetti trasforma con freddezza.

Nella ripresa i molisani escono meglio dai blocchi (tiro fuori di Bontà al 47′), ma il Bari ci mette poco a prendere le misure agli avversari. Al 54′ Botta trova Cheddira, che da zero metri la schiaccia di testa e la spedisce alta. Passa 1′ e l’attaccante italo-marocchino si riscatta: Cheddira va dentro da Maita, palla sul secondo palo dove Antenucci la deve solo spingere in rete.

Cudini prova a cambiare qualcosa, mandando in campo Liguori, Valzan, Parigi e Giunta, Mignani di copre (Bianco per D’Errico) ma è il Bari a compire ancora. Al 77′ Cheddira riceve da Antenucci, con una finta fa fuori Fabriani e Menna e mette il destro a giro sul secondo palo dove non ci arriva Raccichini. Nel finale c’è spazio per Marras, Poponi, Lollo e Di Cesare, e in pieno recupero i biancorossi hanno l’occasione per il poker, ma Raccichini chiude su Bianco. Al fischio finale del signor Feliciani è festa per i galletti, che si avvicinano nella maniera migliore al derby contro il Foggia.

Riccardo Resta