Una bella soddisfazione dopo il deludente 0-0 interno con la Vibonese. Il Bari si riscatta alla grande e al San Nicola serve il poker al malcapitato Avellino di Braglia: finisce 4-1 il match valevole per la sedicesima giornata della serie C girone C. Biancorossi che ne approfittano per portarsi a -7 dalla Ternana, fermata sul 2-2 in casa dalla Turris.

Tutto facile per il Bari di Auteri, che la chiude già nel primo tempo: dopo un buon avvio dell’Avellino, i biancorossi approfittano di due disastri della difesa irpina e trovano la rete con Marras prima (14′) e Celiento (17′). Gli irpini sbandano clamorosamente, e il Bari affonda ancora: al 25′ il portiere Forte stende Marras in area, mandando dal dischetto un freddissimo Antenucci per il 3-0 parziale. Antenucci che mette anche il punto esclamativo al 41′ con un goal in contropiede, servito dall’ottimo Marras.

Nella ripresa c’è spazio per qualche cambio: fuori Di Cesare, Marras, Antenucci, Maita e Celiento, dentro Perrotta, Candellone, Simeri, Bianco e Corsinelli. In avvio di secondo tempo la più pericolosa occasione del Bari, che stampa la traversa con un D’Ursi in crescita. Nel finale Candellone brucia un contropiede favorevole. In pieno recupero c’è tempo per la rete della bandiera avellinese, siglata dal neo entrato Bernarotto su una respinta di Frattali.

Bari che sale a 33 punti, a -7 dalla capolista Ternana a ma con la possibilità di portarsi a -4 prima della pausa natalizia. Il 23 dicembre i galletti saranno di scena a Palermo, mentre gli umbri osserveranno il turno di riposo previsto dal calendario.

Riccardo Resta