Vincenzo Vivarini

Prima conferenza stampa da tecnico del Bari per Vincenzo Vivarini: “Prima cosa da fare è conoscersi – esordisce Vivarini – e ieri ho potuto vedere e valutare molti calciatori per prendere atto dei valori e delle difficoltà che ci sono. C’è tanto da lavorare: poche chiacchiere e testa bassa. Dobbiamo mantenere una posizione di classifica giusta per poter aver tempo per avere una squadra equilibrata, solida e, magari, bella da vedere. L’obiettivo è diventare subito competitivi e per farlo abbiamo bisogno anche dei tifosi. La squadra ha grandi potenzialità e anche ieri ho visto dei ragazzi che hanno voglia di crescere e apprendere. L’atteggiamento iniziale mi è piaciuto perchè abbiamo avuto il pallino del gioco per 30 minuti anche se ho notato molta confusione.”

Vivarini ha poi parlato del suo approdo in biancorosso: “Sia il sottoscritto che il Bari abbiamo lo stesso obiettivo. Negli ultimi anni molto mi è stato tolto. Circa il modulo, dobbiamo trovare il giusto equilibrio. Sicuramente abbiamo tanti esterni offensivi che, col 3-5-2, hanno poco spazio. Ma la scelta del modulo è relativa, ho degli obiettivi da raggiungere tipo la velocità di gioco alta e il possesso palla: il modulo lo fanno le caratteristiche dei calciatori. Per far bene bisogna avere la mentalità vincente, la voglia e la consapevolezza che si deve dominare l’avversario. Non mi piacciono le squadre che speculano e sono approssimative.

Presente anche il presidente Luigi De Laurentiis: “Era da una settimana che pensavamo a qualche nome, ma la scelta dell’esonero è arrivata last minute. I tifosi sono importanti ma non ci facciamo influenzare, siamo da parecchi anni nel mondo del calcio. Abbiamo pensato a Vivarini perchè volevamo un allenatore tattico in grado di valorizzare la rosa a disposizione. Per quanto mi riguarda non sono affatto deluso, anzi vivo con maggior partecipazione e attenzione la situazione del club”

Radio Biancorossa